SGN

L’Azienda

Fra le principali reti di distribuzione del gas nel Regno Unito SGN gestisce la rete che distribuisce gas naturale e biogas a 5.800.000 clienti fra utenti privati e aziende nel sud dell'Inghilterra e in Scozia. Qualunque sia il fornitore prescelto, SGN si impegna a trasportare il gas in modo sicuro, affidabile ed efficiente a ognuno dei suoi clienti.

Con un team dedicato di 3.700 addetti, SGN punta alla sicurezza e al confort degli utenti e propone, nuove modalità di trasporto dell'energia, precorrendo i tempi. Ogni anno, l'azienda rinnova circa 1.000 km di gasdotti, collega 20.000 nuove utenze alla propria rete e risponde a 230.000 chiamate d'emergenza al Servizio nazionale emergenze gas, attivo 24 ore su 24.

SGN dispone di un parco di circa 2.000 veicoli commerciali, che fanno capo a 17 diversi depositi.

La sfida

Ottimizzare le performance del parco automezzi Alla ricerca di sicurezza, affidabilità ed efficienza, ma anche con l'impegno di limitare l'impatto ambientale, SGN si è rivolta a TomTom Telematics perché la assistesse nell'ottimizzazione delle performance del proprio parco veicoli.

I risultati sarebbero stati misurati in base ai miglioramenti in tre principali ambiti: il rispetto di Service Level Agreements rigorosi, l'identificazione di possibili risparmi di carburante e la riduzione dei costi di manutenzione dei veicoli.

La soluzione

Risparmio potenziale:1 milione di sterline SGN ha inizialmente sperimentato su 100 mezzi il sistema di gestione parco veicoli TomTom WEBFLEET in abbinamento a OptiDrive 360, studiato per migliorare lo stile di guida. I test hanno condotto a una riduzione di quasi il 68% degli sprechi di carburante per motore acceso a veicolo fermo e dell'11% dei consumi medi. Sin da subito, il team finanziario di SGN ha intuito quale enorme opportunità rappresentasse l'uso dei dati sulle prestazioni di guida per lo sviluppo dell'efficienza operativa, dimostrandosi totalmente fiducioso che i sistemi TomTom Telematics avrebbero raggiunto i risultati che l'azienda chiedeva.

Miglioramento dei tempi di risposta Il sistema WEBFLEET fornisce la localizzazione di tutti i veicoli ed è collegato con il sistema di programmazione delle uscite, in modo da destinare il tecnico più adatto ad ogni incarico in base alla rapidità con cui può dirigersi sul posto, anziché alla semplice vicinanza, inviandogli in automatico le coordinate mediante il driver terminal di bordo, con l'indicazione del percorso più efficiente.

Il report di OptiDrive 360 valuta lo stile di guida su otto indicatori prestazionali. Oltre agli avvisi in tempo reale al conducente, ad esempio in caso di brusche frenate ripetute, il sistema fornisce indicazioni predittive, come il momento migliore per cambiare marcia o ridurre l'accelerazione, e suggerisce la velocità ottimale nel rispetto dell'ambiente. Dopo ogni viaggio, il conducente può verificare le proprie prestazioni di guida attraverso il driver terminal, mentre, in ufficio, il responsabile può monitorarle grazie alla pratica dashboard WEBFLEET con codifica colore. Inoltre, usando l'app caricata sul proprio smartphone, i capoarea sono in grado di rilevare la posizione dei propri tecnici in qualsiasi momento.

Ridotta del 68% l'inattività del motore Grazie all'integrazione con WEBFLEET, l'azienda che gestisce i veicoli di SGN, Inchcape Fleet Solutions, riceve ora avvisi in tempo reale con i codici di guasto motore per attivare la manutenzione in modo proattivo, anche in questo caso con risparmi sulle riparazioni dell'ordine delle migliaia di sterline.

WEBFLEET e OptiDrive 360 hanno apportato a SGN alcuni risultati straordinari:

Percorrenze ridotte del16%
Miglioramento dei consumi pari al11%
Riduzione degli eventi di guida inefficienti del24%
Tempo di inattività del motore ridotto del68%
Eccessi di velocità ridotti del15%
Taglio dei costi di manutenzione veicoli pari al5%

Così si è espresso il Direttore Finanziario di SGN: «Nel complesso, prevediamo risparmi annui per 1 milione di sterline, accrescendo al tempo stesso la sicurezza alla guida e riducendo il nostro impatto ambientale».

«Tutti i responsabili hanno partecipato a una formazione avanzata sull'impiego dei dati in vista della miglior performance della propria squadra di lavoro. Cerchiamo di coinvolgerli attivamente nella gestione del nostro parco veicoli».

«Abbiamo anche stimolato una sana competizione con raffronti tra le prestazioni, avendo cura di posizionare correttamente la tecnologia. L'intenzione non è mai stata quella di punire chi è meno bravo alla guida, bensì di promuovere comportamenti più sicuri ed ecologici nell'interesse di tutti».